Il Ponte Carlo

ponte-carlo-praga

Ogni grande città ha un monumento emblematico che la evidenzia e la differenzia da tutte le altre. La capitale ceca non fa eccezione, il monumento più importante di Praga è il Ponte Carlo.

Il suo paesaggio è unico, attraversa la Moldava e collega la Città Vecchia con Malastrana. Ci sono poi due torri alle estremità e trenta statue ai barocche sui lati. È la tipica cartolina della città e senza dubbio uno dei luoghi più belli in tutto il mondo.

Per tutto questo e molti altri dettagli, il Ponte Carlo è uno dei luoghi assolutamente da vedere a Praga. Ti diremo tutto ciò che devi sapere per vivere come mai prima questo importante monumento della capitale ceca.

Attraversalo con Noi durante il Tour al Castello di Praga.

Le origini del Ponte Carlo

Il Ponte Carlo fu costruito tra il 1357 e il 1402 su un progetto dell’architetto Peter Parler, lo stesso che progettò la Torre delle Polveri e parte della Cattedrale di San Vito all’interno del Castello di Praga.

Solo nel diciannovesimo secolo fu battezzato con il nome attuale, in omaggio all’allora imperatore Carlo IV che ne aveva autorizzato la costruzione. In precedenza era semplicemente chiamato Ponte di Pietra o Ponte di Praga ed era l’unico modo per attraversare la Moldava fino al 19° secolo.

La costruzione del ponte non fu un caso. Carlo IV era appassionato di astrologia e astronomia, assistette alla posa della prima pietra che avvenne alle 17:31 del 9 luglio 1357. Questo preciso momento forma la sequenza di numeri 135797531 che è anche incisa sulla Torre della Città Vecchia. L’influenza astrale avrebbe protetto il ponte che sarebbe durato per sempre.

Tutt’oggi il Ponte Carlo sopravvive, è stato anche attraversato da veicoli a motore e persino dal tram di Praga. A partire dal 1978 e grazie alla costruzione degli altri ponti, è consentito solo il traffico pedonale, ideale per i turisti che vogliono visitare Praga.

Le statue del Ponte Carlo

Ci sono 30 statue distribuite lungo il Ponte Carlo. La maggior parte di esse sono barocco, il che conferisce un interessante contrasto al ponte stesso poiché predomina lo stile gotico.

Molte delle statue del Ponte Carlo, installate tra il 1683 e il 1714, rappresentano santi e patroni venerati in quel momento. Tra le sculture del ponte ci sono ad esempio Santa Lutgarda, il Crocifisso, il Calvario, il cavaliere Bruncvík e San Giovanni Nepomuceno.

Va chiarito innanzitutto che tutte le statue sul Ponte Carlo sono repliche, gli originali sono conservati nel Museo Nazionale di Praga al fine di preservarle e proteggerle adeguatamente dalle poco clementi condizioni meteorologiche di Praga.

La statua di San Giovanni Nepomuceno

Un paragrafo a parte merita la storia della statua di San Giovanni Nepomuceno, dal momento che è quella più visitata dai turisti. Questo santo era un sacerdote del XIV secolo, era anche il confessore della regina Sofia, la moglie del re Venceslao IV (figlio di Carlo IV). Convinto dell’infedeltà della moglie, il sovrano chiese al prete i segreti della confessione della consorte…

Di fronte il rifiuto e dopo essere stato torturato San Giovanni accettò di svelare il segreto solo al primo essere vivente che avrebbe attraversato il ponte. Si rivelò essere un cane! Il re furioso lo condannò a morte e lo fece buttare nel fiume dopo avergli tagliato la lingua.

La statua sul ponte è stata eretta nel punto in cui il Santo fu gettato nel fiume. La scultura appare con un leggio di 5 stelle che si dice apparsero sull’acqua. Ci sono poi un cane (a cui è stato detto il segreto e simbolo di fedeltà) e una donna (la regina).

Se tocchi il rilievo della donna sarai fortunato, se tocchi il cane ritornerai nuovamente a Praga.

Quando visitare il Ponte Carlo

Molti viaggiatori che hanno deciso di recarsi a Praga si chiedono quando visitare il Ponte Carlo. Sebbene il ponte sia di accesso pubblico e senza limiti di tempo, il momento migliore per visitare il Ponte Carlo è senza dubbio la notte.

Questo perché di giorno è pieno di turisti, soprattutto d’estate e durante la Pasqua a Praga, quando è impossibile attraversarlo. Durante la notte puoi poi apprezzare una delle viste più belle di Praga.

Se sei invece un mattiniero, puoi visitare il ponte la mattina presto. Non ci sono quasi persone al sorgere del sole e potrai apprezzare un’atmosfera magica godendoti una bellissima alba a Praga.

Come arrivare al Ponte Carlo

Se vuoi sapere come arrivare a Ponte Carlo non preoccuparti, diversi mezzi di trasporto locali ti lasciano nei suoi paraggi.

Puoi usare la linea A (verde) della metropolitana di Praga e scendere alla stazione Staromestka.

Puoi anche prendere le linee 17 o 18 dei tram di Praga fino alla fermata Staromestka, oppure le linee 12, 20 e 22 e scendere alla fermata Malostranske Namesti, dall’altro lato del fiume.